Terapia Familiare: quando la famiglia entra in crisi.

La famiglia, nel corso della sua esistenza, si trova a dover affrontare una serie di eventi che posso influenzare il normale processo evolutivo della stessa.
Possono verificarsi cambiamenti prevedibili (per es. nascita di un figlio, uscita di un componente della famiglia dal nucleo familiare, etc.) o imprevedibili (per es. il decesso di un membro) che mettono a dura prova l’equilibrio familiare.

Ci sono inoltre altre tappe che caratterizzano il ciclo vitale della famiglia che normalmente alterano l’equilibrio del sistema familiare: nella maggior parte dei casi queste situazioni si risolvono naturalmente, in altri casi la famiglia entra in stallo determinando un blocco nel processo evolutivo.

Cos’è la terapia familiare?

La psicoterapia familiare e sistemica, conosciuta anche come terapia familiare, è un approccio terapeutico utilizzato per lavorare con le famiglie e con le persone che sono più a stretto contatto con la famiglia. L’obiettivo della terapia familiare è quello di lavorare sulle interazioni che avvengono tra i vari membri della famiglia.

Perché richiedere una consulenza familiare

La terapia familiare permette di scoprire ed affrontare le problematiche della famiglia, soprattutto in quelle fasi evolutive particolarmente delicate, che comportano disagi e che richiedono modificazioni significative del proprio modo di essere coppia, genitori e figli.

Attraverso una psicoterapia familiare è possibile creare le condizioni ottimali per favorire la ricerca di soluzioni nuove a problematiche personali ed interpersonali: la disponibilità del nucleo familiare, o di una parte di esso, a mettersi in gioco in un percorso psicologico è un’importante risorsa per il cambiamento.

A chi si rivolge la psicoterapia familiare

La terapia familiare si rivolge alle famiglie (adulti, bambini e adolescenti) quando si presentano le seguenti problematiche:

Disturbi dell’alimentazione (anoressia, bulimia, disordini alimentari)
Depressione
Le fobie e le forme ossessive (per es. fobia scolastica)
Disturbi di ansia e attacchi di panico
Le dipendenze (affettive, dalle sostanze, gioco d’azzardo)
I disturbi psicosomatici
Disturbi nell’area comportamentale ed emotiva nell’infanzia e nell’adolescenza
Conflittualità familiare.

Obiettivi della terapia familiare

Lo psicologo e la famiglia lavorano insieme con l’obiettivo agevolare il superamento di situazioni di stallo o di tensione che coinvolgono l’intero contesto familiare e favorire nuove e più funzionali modalità di ascolto reciproco e di espressione dei bisogni personali, in modo tale da rendere possibile la realizzazione del benessere di ciascun membro.

Efficacia della terapia familiare

La terapia familiare si propone di favorire un cambiamento di tipo sistemico, ovvero che influenzi tutti i membri del sistema familiare. Questo tipo di lavoro presenta numerosi vantaggi: in termini di efficacia, perché un cambiamento che coinvolge tutta la famiglia è più duraturo di un cambiamento messo in atto dal singolo membro; inoltre questo tipo di cambiamento si raggiunge in tempi minori rispetto al lavoro terapeutico svolto individualmente.

Parole chiave: consulenza psicologica familiare, psicologo familiare, terapia familiare.